Comune di Rosello

IL TERRITORIO

Il fantastico catalogo sul territorio racchiude tutti i monumenti, le aree verdi ed ogni informazione degna di nota sul nostro territorio.

 

IL COMUNE

Nell'area del Comune di Rosello troverai informazioni circa amministrazione, statuti, atti, delibere, modulistica, bandi e concorsi.

LE NOTIZIE

Il Comune di Rosello informa i suoi cittadini attraverso la sezione notizie. Scopri ciò che accade nel tuo territorio.

News
I.M.U. ANNO 2018
Venerdì 01 Giugno 2018 10:28
PDF Stampa E-mail

COMUNE DI ROSELLO

(Provincia di Chieti)

Piazza Municipio, n°1 

CAP 66040 – Tel. 0872-948131 – Fax. 0872-948093 - Codice Fiscale 81002970697 – Partita IVA 01217040698- e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - web:

I.M.U. ANNO 2018

AVVISO AI CONTRIBUENTI

Il giorno 18 Giugno 2018 scade il termine per il pagamento della prima rata dell’Imposta Municipale Propria ( I.M.U ).

La legge di stabilità dell’anno 2018, ha disposto anche per l’anno 2018 il blocco degli aumenti dei tributi locali.

Pertanto, per l’anno 2018 sono confermate le aliquote dell’IMU in vigore nell’anno 2015, così come approvate con la deliberazione del Consiglio comunale n. 12 del 14.09.2015.

VERSAMENTO -

I contribuenti dovranno versare la prima rata, pari al 50%, sulla base delle seguenti aliquote deliberate dal Comune per l’anno 2015 e confermate anche per l’anno 2018:

- 4,00 per mille per le categorie di immobili A1- A8 – A9 e relative pertinenze ( C2- C6 – C7 ) adibite ad abitazione principale, con detrazione di euro 200,00 –

- 10,6 per mille per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D;

- 9,00 per mille per le unità immobiliari della categoria A non adibite ad abitazione principale;

- 9,00 per mille per le unità immobiliari della categorie B-C-E -;

- 9,00 per mille per le aree edificabili;

Per l’applicazione del tributo vanno prese in considerazione anche le norme contenute nel regolamento comunale approvato con deliberazione consiliare n. 22 del 29.10.2012.

Ai sensi dell’art. 9 bis del DL n. 47 del 28.03.2014, convertito con la legge n. 80/2014, a partire dall’anno 2015 è considerata direttamente adibita ad abitazione principale una ed una sola unità immobiliare posseduta da cittadini italiani residenti all’estero ( AIRE ), già pensionati nei rispettivi paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d’uso. Per beneficiare di tale agevolazione, è necessario presentare apposita dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà con allegato documento di riconoscimento, in corso di validità.

DICHIARAZIONE -

Sono tenuti alla presentazione della dichiarazione I.M.U. ,entro il 30 giugno dell’anno successivo alla data in cui si sono verificate le variazioni, i contribuenti che:

-          hanno acquistato, venduto, ereditato immobili;

-          hanno cambiato residenza;

-          intendono beneficiare della riduzione per inagibilità, inabitabilità;

-          devono evidenziare variazioni comunque non desumibili d’ufficio.

Per quanto non indicato si fa riferimento all’avviso IMU dell’anno 2012. Tutte le informazioni potranno essere richieste presso gli uffici comunali.

ROSELLO, 23.05.2018

                                                                                                                                         F.TO

IL SEGRETARIO COMUNALE

DR. NICOLA DI FRANCESCO

 
TASSA SUI SERVIZI INDIVISIBILI
Martedì 29 Maggio 2018 11:13
PDF Stampa E-mail

COMUNE DI ROSELLO

(Provincia di Chieti)

Piazza Municipio, n°1

 

CAP 66040 – Tel. 0872-948131 – Fax. 0872-948093 - Codice Fiscale 81002970697 – Partita IVA 01217040698- e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - web:

TASSA SUI SERVIZI INDIVISIBILI

( TASI ) - ANNO 2018

AVVISO AI CONTRIBUENTI

La legge di stabilità dell’anno 2018 ha disposto anche per l’anno 2018 il blocco degli aumenti dei tributi locali.

Pertanto, per l’anno 2018 sono confermate le aliquote della TASI in vigore nell’anno 2015, così come deliberate con l’atto consiliare n. 12 del 14.09.2015.

La TASI ha come presupposto impositivo il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati, ivi compresa l’abitazione principale come definita ai fini IMU, di aree scoperte nonché di quelle edificabili, a qualsiasi uso adibiti.

La legge di stabilità dell’anno 2016, approvata con legge n. 208 del 28.12.2015, all’art. 1 – comma 14, ha disposto l’esclusione dalla TASI delle abitazioni principali, ad eccezione degli immobili classificati nelle categorie A1-A8-A9 ( cosiddetti immobili di lusso ). Pertanto, dall’anno 2016 non è più dovuta la TASI sulle abitazioni principali.

La TASI è dovuta da chiunque possieda o detenga le unità immobiliari di cui sopra, con vincolo di solidarietà tra i possessori da un lato e gli utilizzatori dall’altro; nel caso in cui l’unità immobiliare sia occupata da soggetto diverso dal possessore, il Comune, nell’ambito del regolamento, deve stabilire la percentuale di tributo dovuta dall’utilizzatore, tra un minimo del 10% ed un massimo del 30% mentre la restante parte è dovuta dal possessore. Con deliberazione consiliare n. 21 del 08.08.2014 è stato approvato il regolamento che disciplina la TASI prevedendo che l’affittuario è tenuto al pagamento del tributo nella misura del 30% mentre il restante 70% è a carico del proprietario. Di fatto, la TASI è calcolata come maggiorazione dell’imposta municipale propria, in quanto condivide con la stessa la base imponibile. Il Comune, con il regolamento per l’applicazione della TASI, ha provveduto anche ad individuare i seguenti servizi indivisibili alla cui copertura è destinato il gettito del tributo, individuando altresì i criteri di determinazione dei costi: polizia locale, pubblica illuminazione, demografici, gestione immobili, viabilità, gestione territorio, sicurezza, ecc.

I contribuenti dovranno versare la prima rata, pari al 50%, sulla base delle aliquote deliberate per l’anno 2015, confermate anche nell’anno 2018, a causa del blocco delle tariffe disposto dalla legge n. 208 del 28.12.2015, art. 1 - comma 26, come di seguito indicato:

- 1,6 per mille per tute le categorie di beni immobili -

Per l’anno 2018 il versamento della prima rata della TASI pari al 50% va effettuato entro il 18.06.2018, utilizzando il modello F24.

Ai sensi dell'art. 19 – comma 1 - del regolamento comunale non debbono essere eseguiti versamenti per importi uguali o inferiori a 5,00 euro. Ai fini della dichiarazione della TASI valgono le stesse disposizioni concernenti la presentazione della dichiarazione dell’IMU. In sede di prima applicazione del tributo si considerano valide tutte le dichiarazioni presentate ai fini dell’IMU o dell’ICI.

Ai sensi dell’art. 9 bis – comma 2 - del DL n. 47 del 28.03.2014, convertito con la legge n. 80/2014, a partire dall’anno 2015 è considerata direttamente adibita ad abitazione principale una ed una sola unità immobiliare posseduta da cittadini italiani residenti all’estero ( AIRE ), già pensionati nei rispettivi paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d’uso.

Ai fini del pagamento della TASI su detta unità immobiliare, l'aliquota da applicare per ciascun anno, a partire dall'anno 2015, è ridotta di due terzi. Per beneficiare di tale agevolazione, è necessario presentare apposita dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà con allegato documento di riconoscimento, in corso di validità.

ROSELLO, 23.05.2018                                                                                               F.TO

IL SEGRETARIO COMUNALE

DR. DI FRANCESCO NICOLA

 
Relazione di inizio mandato 2017-2022
Mercoledì 11 Aprile 2018 11:31
PDF Stampa E-mail

COMUNE DI ROSELLO

PROVINCIA DI CHIETI

 

 

 

RELAZIONE DI INIZIO MANDATO ANNI 2017-2022

(articolo 4-bis del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 149)

Premessa

La presente relazione viene redatta da province e comuni ai sensi dell’articolo 4-bis del decreto legislativo
6 settembre 2011, n. 149, recante: "Meccanismi sanzionatori e premiali relativi a regioni, province e comuni, a norma degli articoli 2, 17, e 26 della legge 5 maggio 2009, n. 42" per descrivere la situazione economico-finanziaria dell’ente e la misura dell’indebitamento all’inizio del mandato amministrativo avvenuto in
data 12.06.2017.

Tale relazione è sottoscritta dal Sindaco non oltre il novantesimo giorno dall’inizio del mandato. Sulla base delle risultanze della relazione medesima, il sindaco, ove ne sussistano i presupposti, può ricorrere alle procedure di riequilibrio finanziario vigenti.

L’esposizione di molti dei dati viene riportata secondo uno schema già adottato per altri adempimenti di legge in materia per operare un raccordo tecnico e sistematico fra i vari dati ed anche nella finalità di non aggravare il carico di adempimenti degli enti.

La maggior parte delle tabelle, di seguito riportate, sono desunte dagli schemi dei certificati al bilancio ex
art. 161 del Tuel e dai questionari inviati dall’organo di revisione economico finanziario alle Sezioni regionali di controllo della Corte dei conti, ai sensi dell’articolo 1, comma 166 e seguenti della legge n. 266/2005. Pertanto, i dati qui riportati trovano corrispondenza nei citati documenti, oltre che nella contabilità dell’ente.

PARTE I - DATI GENERALI

1.1 Popolazione residente al 31-12- 2016 n. 233

1.2 Organi politici

GIUNTA COMUNALE

Carica

Nominativo

In carica dal

Sindaco

Dr. Alessio Monaco

12.06.2017

Vicesindaco

Sammarone Mario

30.06.2017

Assessore

Palmieri Gianluca

30.06.2017

 

CONSIGLIO COMUNALE

Carica

Nominativo

In carica dal

Presidente del consiglio

Dr. Alessio Monaco

12.06.2017

Consigliere

Monaco Angelomaria

12.06.2017

Consigliere

Colaizzo Tullio

12.06.2017

Consigliere

Masciotra Salvatore

12.06.2017

Consigliere

Sabelli Massimiliano

12.06.2017

Consigliere

D’Arcangelo Arturo

12.06.2017

Consigliere

Iarusso Lucio

12.06.2017

Consigliere

Teutonico Giorgio Mario

12.06.2017

Consigliere

Palmieri Gianluca

12.06.2017

Consigliere

Colaizzo Andrea

12.06.2017

Consigliere

Palmieri Armando

01.09.2017

1.3. Struttura organizzativa -

Organigramma: le unità organizzative dell’ente (settori, servizi, uffici, ecc.) sono:

Segretario:Dr: Di Francesco Nicola .

Numero dirigenti: //

Numero posizioni organizzative: //

Numero totale personale dipendente : 1 -

1.4. Condizione giuridica dell'Ente: Indicare se l’insediamento della nuova amministrazione proviene da un commissariamento dell’ente ai sensi dell’articolo 141 o 143 del Tuel:No

1.5. Condizione finanziaria dell'Ente: Indicare se l'ente, nel mandato amministrativo precedente, ha dichiarato il dissesto finanziario ai sensi dell'art. 244 del TUEL, o il predissesto finanziario ai sensi dell'art. 243-bis.

1) DISSESTO:                                                 NO

2) PRE-DISSESTO                                         NO

1.6. Situazione di contesto interno/esterno[1]:

SERVIZIO AMMINISTRATIVO - CONTABILE -

A ciascun servizio è adibita una sola figura professionale addetta ad una pluralità di funzioni. Il servizio amministrativo ricomprende: anagrafe, stato civile , elettorale, commercio, tributi, servizi generali, servizi socio-assitenziali, assistenza diretta agli organi istituzionali, servizio protocollo e certificazione.

SERVIZIO TECNICO – MANUTENTIVO -

La gestione e la manutenzione della viabilità è garantita con ricorso al lavoro interinale per assenza di personale intero. Occorre comunque garantire e potenziare lo sfalcio erba, la disinfestazione, la salatura delle strade nel periodo invernale.

ISTRUZIONE E CULTURA -

Il servizio di trasporto scolastico è effettuato dal Comune direttamente oppure in cooperazione con i Comuni vicini.

2. Parametri obiettivi per l'accertamento della condizione di ente strutturalmente deficitario ai sensi dell'art. 242 dei TUEL): indicare il numero dei parametri obiettivi di deficitarietà risultati positivi all'inizio del mandato: l'Ente non risulta strutturalmente deficitario come da tabella allegata al conto del bilancio dell'anno 2016.

PARTE II - SITUAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA DELL’ENTE

1. Bilancio di previsione approvato alla data di insediamento: SI

2. Politica tributaria locale

2.1. IMU: indicare le tre principali aliquote alla data di insediamento:

Aliquote IMU

2017

Aliquota abitazione principale

4 per mille

Detrazione abitazione principale

200,00

Immobili Cat. D

10,6 per mille

Altri immobili

9 per mille

2.2. Addizionale Irpef: aliquota massima applicata, fascia di esenzione ed eventuale differenziazione: non istituita -

2.3. Prelievi sui rifiuti: indicare il tasso di copertura:

Prelievi sui

Rifiuti

2016

Tasso di Copertura

100%

Tipologia Prelievo

Tari

2.4. TASI: indicare le aliquote alla data di insediamento:

Aliquote TASI

2017

Altri immobili

1,6 per mille

 

3. Sintesi dei dati finanziari del bilancio dell'ente -vedi quadro generale riassuntivo conto bilancio 2016 e     quadro generale riassuntivo bilancio previsione 2017-2019 – di seguito riportati -

3.1. Equilibrio parte corrente del bilancio -

3.2. Risultato di amministrazione ultimo esercizio chiuso anno 2016 -

3.3. Fondo di cassa

Il fondo di cassa all’inizio del mandato ammonta ad € 37.151,59 -

3.4. Utilizzo avanzo di amministrazione nel bilancio di previsione: NO

4. Gestione dei residui. 

4.1. Analisi anzianità dei residui distinti per anno di provenienza

 

5. Patto di Stabilità interno

L'Ente ha rispettato il vincolo di finanza pubblica per l'anno 2016 (pareggio di bilancio).

5.1. Indicare se nell’anno precedente all’insediamento l’ente è risultato inadempiente al patto di stabilità interno:

L'Ente negli anni precedenti non era soggetto al Patto di Stabilità interno.

6. Indebitamento:

6.1. Indebitamento dell’ente: entrate derivanti da accensioni di prestiti al 31.12.2016

 

(Questionario Corte dei Conti-bilancio di previsione)

6.2. Rispetto del limite di indebitamento. Indicare la percentuale di indebitamento sulle entrate correnti di ciascun anno, ai sensi dell’art. 204 del TUEL nell’esercizio precedente, nell’esercizio in corso e nei tre anni 2014 – 2015 - 2016:

 

2014

2015

2016

Incidenza percentuale attuale degli interessi passivi sulle entrate correnti (art. 204 TUEL)

6,68%

7,49%

6,34%

Nel triennio 2017-2018-2019 non è stato previsto il ricorso all'indebitamento

6.3. Anticipazione di tesoreria (art. 222 Tuel)

 

IMPORTO MASSIMO CONCEDIBILE:                           € 242.301,60

IMPORTO CONCESSO                                                   € 242.301,60

6.4. Accesso al fondo straordinario di liquidità della Cassa Depositi e Prestiti spa (art. 1, D.L. n. 35/2013, conv. in L. n. 64/2013): No

 

6.5. Utilizzo strumenti di finanza derivata: l’ente non ha in corso contratti relativi a strumenti derivati. Indicare il valore complessivo di estinzione dei derivati in essere indicato dall’istituto di credito contraente, valutato alla data dell’ultimo consuntivo approvato.

7. Conto del patrimonio in sintesi. Indicare i dati relativi al primo anno di mandato, ai sensi dell’art. 230 dei TUEL

Anno 2016 -

7.1. Conto economico in sintesi -

L'Ente non è tenuto alla redazione del Conto economico.

7.2. Riconoscimento debiti fuori bilancio -

L'Ente non ha riconosciuto debiti fuori bilancio.

Sulla base delle risultante della relazione di inizio mandato del Comune di Rosello:

la situazione finanziaria e patrimoniale presenta squilibri in relazione ai quali il Comune ha adottato misure di riequilibrio programmando l’alienazione di beni immobili.

Rosello, 10/09/2017

 

II SINDACO

DR. ALESSIO MONACO

 


 
Relazione di inizio mandato 2017-2022
Mercoledì 11 Aprile 2018 11:31
PDF Stampa E-mail

COMUNE DI ROSELLO

PROVINCIA DI CHIETI

 

 

 

RELAZIONE DI INIZIO MANDATO ANNI 2017-2022

(articolo 4-bis del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 149)

Premessa

La presente relazione viene redatta da province e comuni ai sensi dell’articolo 4-bis del decreto legislativo
6 settembre 2011, n. 149, recante: "Meccanismi sanzionatori e premiali relativi a regioni, province e comuni, a norma degli articoli 2, 17, e 26 della legge 5 maggio 2009, n. 42" per descrivere la situazione economico-finanziaria dell’ente e la misura dell’indebitamento all’inizio del mandato amministrativo avvenuto in
data 12.06.2017.

Tale relazione è sottoscritta dal Sindaco non oltre il novantesimo giorno dall’inizio del mandato. Sulla base delle risultanze della relazione medesima, il sindaco, ove ne sussistano i presupposti, può ricorrere alle procedure di riequilibrio finanziario vigenti.

L’esposizione di molti dei dati viene riportata secondo uno schema già adottato per altri adempimenti di legge in materia per operare un raccordo tecnico e sistematico fra i vari dati ed anche nella finalità di non aggravare il carico di adempimenti degli enti.

La maggior parte delle tabelle, di seguito riportate, sono desunte dagli schemi dei certificati al bilancio ex
art. 161 del Tuel e dai questionari inviati dall’organo di revisione economico finanziario alle Sezioni regionali di controllo della Corte dei conti, ai sensi dell’articolo 1, comma 166 e seguenti della legge n. 266/2005. Pertanto, i dati qui riportati trovano corrispondenza nei citati documenti, oltre che nella contabilità dell’ente.

PARTE I - DATI GENERALI

1.1 Popolazione residente al 31-12- 2016 n. 233

1.2 Organi politici

GIUNTA COMUNALE

Carica

Nominativo

In carica dal

Sindaco

Dr. Alessio Monaco

12.06.2017

Vicesindaco

Sammarone Mario

30.06.2017

Assessore

Palmieri Gianluca

30.06.2017

 

CONSIGLIO COMUNALE

Carica

Nominativo

In carica dal

Presidente del consiglio

Dr. Alessio Monaco

12.06.2017

Consigliere

Monaco Angelomaria

12.06.2017

Consigliere

Colaizzo Tullio

12.06.2017

Consigliere

Masciotra Salvatore

12.06.2017

Consigliere

Sabelli Massimiliano

12.06.2017

Consigliere

D’Arcangelo Arturo

12.06.2017

Consigliere

Iarusso Lucio

12.06.2017

Consigliere

Teutonico Giorgio Mario

12.06.2017

Consigliere

Palmieri Gianluca

12.06.2017

Consigliere

Colaizzo Andrea

12.06.2017

Consigliere

Palmieri Armando

01.09.2017

1.3. Struttura organizzativa -

Organigramma: le unità organizzative dell’ente (settori, servizi, uffici, ecc.) sono:

Segretario:Dr: Di Francesco Nicola .

Numero dirigenti: //

Numero posizioni organizzative: //

Numero totale personale dipendente : 1 -

1.4. Condizione giuridica dell'Ente: Indicare se l’insediamento della nuova amministrazione proviene da un commissariamento dell’ente ai sensi dell’articolo 141 o 143 del Tuel:No

1.5. Condizione finanziaria dell'Ente: Indicare se l'ente, nel mandato amministrativo precedente, ha dichiarato il dissesto finanziario ai sensi dell'art. 244 del TUEL, o il predissesto finanziario ai sensi dell'art. 243-bis.

1) DISSESTO:                                                 NO

2) PRE-DISSESTO                                         NO

1.6. Situazione di contesto interno/esterno[1]:

SERVIZIO AMMINISTRATIVO - CONTABILE -

A ciascun servizio è adibita una sola figura professionale addetta ad una pluralità di funzioni. Il servizio amministrativo ricomprende: anagrafe, stato civile , elettorale, commercio, tributi, servizi generali, servizi socio-assitenziali, assistenza diretta agli organi istituzionali, servizio protocollo e certificazione.

SERVIZIO TECNICO – MANUTENTIVO -

La gestione e la manutenzione della viabilità è garantita con ricorso al lavoro interinale per assenza di personale intero. Occorre comunque garantire e potenziare lo sfalcio erba, la disinfestazione, la salatura delle strade nel periodo invernale.

ISTRUZIONE E CULTURA -

Il servizio di trasporto scolastico è effettuato dal Comune direttamente oppure in cooperazione con i Comuni vicini.

2. Parametri obiettivi per l'accertamento della condizione di ente strutturalmente deficitario ai sensi dell'art. 242 dei TUEL): indicare il numero dei parametri obiettivi di deficitarietà risultati positivi all'inizio del mandato: l'Ente non risulta strutturalmente deficitario come da tabella allegata al conto del bilancio dell'anno 2016.

PARTE II - SITUAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA DELL’ENTE

1. Bilancio di previsione approvato alla data di insediamento: SI

2. Politica tributaria locale

2.1. IMU: indicare le tre principali aliquote alla data di insediamento:

Aliquote IMU

2017

Aliquota abitazione principale

4 per mille

Detrazione abitazione principale

200,00

Immobili Cat. D

10,6 per mille

Altri immobili

9 per mille

2.2. Addizionale Irpef: aliquota massima applicata, fascia di esenzione ed eventuale differenziazione: non istituita -

2.3. Prelievi sui rifiuti: indicare il tasso di copertura:

Prelievi sui

Rifiuti

2016

Tasso di Copertura

100%

Tipologia Prelievo

Tari

2.4. TASI: indicare le aliquote alla data di insediamento:

Aliquote TASI

2017

Altri immobili

1,6 per mille

 

3. Sintesi dei dati finanziari del bilancio dell'ente -vedi quadro generale riassuntivo conto bilancio 2016 e     quadro generale riassuntivo bilancio previsione 2017-2019 – di seguito riportati -

3.1. Equilibrio parte corrente del bilancio -

3.2. Risultato di amministrazione ultimo esercizio chiuso anno 2016 -

3.3. Fondo di cassa

Il fondo di cassa all’inizio del mandato ammonta ad € 37.151,59 -

3.4. Utilizzo avanzo di amministrazione nel bilancio di previsione: NO

4. Gestione dei residui. 

4.1. Analisi anzianità dei residui distinti per anno di provenienza

 

5. Patto di Stabilità interno

L'Ente ha rispettato il vincolo di finanza pubblica per l'anno 2016 (pareggio di bilancio).

5.1. Indicare se nell’anno precedente all’insediamento l’ente è risultato inadempiente al patto di stabilità interno:

L'Ente negli anni precedenti non era soggetto al Patto di Stabilità interno.

6. Indebitamento:

6.1. Indebitamento dell’ente: entrate derivanti da accensioni di prestiti al 31.12.2016

 

(Questionario Corte dei Conti-bilancio di previsione)

6.2. Rispetto del limite di indebitamento. Indicare la percentuale di indebitamento sulle entrate correnti di ciascun anno, ai sensi dell’art. 204 del TUEL nell’esercizio precedente, nell’esercizio in corso e nei tre anni 2014 – 2015 - 2016:

 

2014

2015

2016

Incidenza percentuale attuale degli interessi passivi sulle entrate correnti (art. 204 TUEL)

6,68%

7,49%

6,34%

Nel triennio 2017-2018-2019 non è stato previsto il ricorso all'indebitamento

6.3. Anticipazione di tesoreria (art. 222 Tuel)

 

IMPORTO MASSIMO CONCEDIBILE:                           € 242.301,60

IMPORTO CONCESSO                                                   € 242.301,60

6.4. Accesso al fondo straordinario di liquidità della Cassa Depositi e Prestiti spa (art. 1, D.L. n. 35/2013, conv. in L. n. 64/2013): No

 

6.5. Utilizzo strumenti di finanza derivata: l’ente non ha in corso contratti relativi a strumenti derivati. Indicare il valore complessivo di estinzione dei derivati in essere indicato dall’istituto di credito contraente, valutato alla data dell’ultimo consuntivo approvato.

7. Conto del patrimonio in sintesi. Indicare i dati relativi al primo anno di mandato, ai sensi dell’art. 230 dei TUEL

Anno 2016 -

7.1. Conto economico in sintesi -

L'Ente non è tenuto alla redazione del Conto economico.

7.2. Riconoscimento debiti fuori bilancio -

L'Ente non ha riconosciuto debiti fuori bilancio.

Sulla base delle risultante della relazione di inizio mandato del Comune di Rosello:

la situazione finanziaria e patrimoniale presenta squilibri in relazione ai quali il Comune ha adottato misure di riequilibrio programmando l’alienazione di beni immobili.

Rosello, 10/09/2017

 

II SINDACO

DR. ALESSIO MONACO

 


 
Relazione di fine mandato 2012 - 2017
Lunedì 26 Marzo 2018 08:37
PDF Stampa E-mail

COMUNE DI ROSELLO 

Provincia di CHIETI 

RELAZIONE DI FINE MANDATO 2012 - 2017

(articolo 4 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n.149

PARTE I - DATI GENERALI

1.1 Popolazione residente – la popolazione residente nel quinquennio risulta dalle tabelle allegate – resta confermato il trend di riduzione del numero dei residenti-

1.2 Organi politici -

SINDACO:                             Moccia Federico

VICE SINDACO:                   Monaco Alessio

CONSIGLIO COMUNALE

Sindaco - Presidente:         Moccia Federico

Consiglieri:                            

Monaco Alessio

Masciotra Salvatore

Di Pietro Luigi

Maranzano Nicola

Palmieri Gianluca

Colaizzo Andrea

1.3 Struttura organizzativa –

Organigramma -

Direttore: assente

Segretario comunale: Dr. Di Francesco Nicola

Dirigenti: ==

Numero posizioni organizzative: non sono state costituite posizioni organizzative -

Numero totale personale dipendente al 31.12.2016: n.1

1.4 Condizione giuridica dell'ente -

L'Ente non è commissariato e non lo è mai stato nel periodo del mandato ai sensi dell'art.141 e 143 del TUEL.

1.5 Condizione finanziaria dell'ente -

L'Ente non ha dichiarato il dissesto e nè il predissesto nel periodo del mandato e non ha fatto mai ricorso al fondo di rotazione di cui all'art. 243 - ter – quinques

del TU n.267/2000 e/o al contributo di cui all'art. 3 bis del D.L. n.174/2012, convertito nella legge n.213/2012. Permane una situazione di disavanzo di amministrazione che si è aggravato negli anni e che il Comune intende ripianare con la vendita di beni immobili e con l’avvio dell’attività di accertamento dell’evasione tributaria ( IMU e TASI ). l’Ente non risulta strutturalmente deficitario ai sensi dell'art.242 del TUOEL -

1.6 Situazione di contesto interno/esterno -

- Settore Affari Generali -

L'ufficio di Segreteria comunale è svolto in forma associata. Rosello è l’Ente capofila dell’Associazione a cui aderiscono i Comuni di Montebello sul Sangro, Monteferrante, Montelapiano, Pietraferrazzana e Roio del Sangro.

- Settore Finanziario – Responsabile del Servizio è il Segretario comunale -

- Settore Tecnico – Manutentivo -

L’Ente non possiede all’interno risorse umane da destinare alla gestione del servizio tecnico per cui da anni si avvale della collaborazione di personale esterno, libero professionista, mediante convenzione per la consulenza in materia urbanistica ed edilizia.

Nell’anno 2014 è stato collocato a riposo n. 1 unità di personale adibito alla manutenzione delle strade, del cimitero e del verde pubblico. Attività che vengono svolte anche da n. 1 unità di personale assunta prima con un contrato a tempo determinato, scaduto nell’anno 2013, e successivamente facendo ricorso al lavoro interinale. Unità di personale adibita anche al servizio di trasporto scolastico e sociale.

- Settore Demografico -

Tale settore è gestito da n. 1 unità di personale trasferita nell’anno 2014 dalla Comunità Montana Montagna Sangro Vastese -

PARTE II - DESCRIZIONE ATTIVITA' NORMATIVA E AMMINISTRATIVA SVOLTE DURANTE IL MANDATO

1. Attività Normativa-

Durante il mandato elettivo non sono stati adottati atti di modifica dello Statuto Comunale.

Inoltre sono stati adottati i seguenti regolamenti:

- Regolamento Tares

- Regolamento IMU

- Regolamento Tasi

- Regolamento Tari

2. Attività tributaria

2.1 Politica tributaria locale.

Il Comune ha dovuto mantenere alta l’aliquota dell’IMU – ICI al fine di fare fronteggiare la difficile situazione economico finanziaria. A seguito dell’introduzione della TASI la somma delle aliquote IMU e TASI rispettano il limite massimo stabilito dalla normativa statale ( 10, 6 per mille ). Per quanto attiene al prelievo per il servizio smaltimento rifiuti urbani, nell’anno 2012 è stato attivato il servizio di raccolta porta a porta e della raccolta differenziata. I risultati sono stati buoni ma occorre intervenire per migliorare alcune criticità gestionali in relazione ad alcuni periodi dell’anno. Il servizio è stato appaltato dalla ECOLAN SpA, partecipata dal Comune, alla RIECO SpA, con scadenza nell’anno 2017. I costi di gestione, determinati in base al piano finanziario, sono cresciuti e si sono riversati sula tariffa posta a carico degli utenti con un loro incremento a seguito dell’entrata in vigore dell’obbligo di copertura al 100%

2.1.1 ICI/IMU:

Aliquote ICI/IMU

2012

2013

2014

2015

2016

Aliquota abitazione principale

4,0000 

4,0000 

4,0000 

4,0000 

4,0000 

Detrazione abitazione principale

200,00 

200,00 

200,00 

200,00 

200,00 

Altri immobili

9,0000 

9,0000 

9,0000 

9,0000 

9,0000 

Fabbricati rurali e strumentali (solo IMU)

2,0000 

2,0000 

2,0000 

2,0000 

2,0000 

2.1.2 TASI -

Aliquote TASI -

2012

2013

2014

2015

2016

Aliquota

//

//

1,6

1,6

1,6

Fascia esenzione

NO

NO

NO

NO

NO

Differenziazione aliquote

NO 

NO 

NO 

NO 

NO 

2.1.3 Prelievi sui rifiuti:

Prelievi sui rifiuti

2012

2013

2014

2015

2016

Tipologia di prelievo

TARSU

TARES

TARI

TARI

TARI

Tasso di copertura

62,000 

100,000 

100,000 

100,000 

100,000 

Costo del servizio procapite

166,00 

278,00 

229,00 

241,00 

257,00 

3 Attività amministrativa –

Il sistema dei controlli interni è stato regolamentato con deliberazione di Consiglio comunale n. 3 del 23.01.2013. Il sistema dei controlli si articola come segue:

a) controllo di regolarità amministrativa e contabile:

- in forma preventiva è svolto dai Responsabili dei Servizi con il rilascio dei pareri su tutti gli atti adottati dal Sindaco e dal Consiglio;

- non son stati adottati atti con pareri di regolarità tecnica o contabile negativo;

- in forma successiva è svolto sotto la direzione e la responsabilità del Segretario comunale;

b) controllo sugli equilibri finanziari :

è svolto dal Responsabile del servizio finanziario per verificare il rispetto dei equilibri della gestione e viene formalizzato con appositi verbali sotto la vigilanza

ed il controllo del Segretario comunale. Partecipano all’attività di controllo anche l’organo di revisione, la Sindaco ed i Responsabili dei servizi. Nel

quinquennio hanno esercitato le funzioni di Revisore due professionisti.

L’ organo di revisione ha proceduto a campione alla verifica degli atti contabili dell’Ente, nell’ambito delle attribuzioni stabilite dall’art. 239 del D.Lgs. n. 267/00

e delle successive attribuzioni in materia di controllo della spese di personale e di redazione dei questionari sui bilanci e sui rendiconti per la successiva verifica

da parte della Sezione regionale di controllo della Corte dei Conti. L’organo di revisione ha provveduto alle verifiche ed ai controlli, esprimendo i richiesti pareri

sui principali atti amministrativo-contabili svolgendo puntualmente l’attività di supporto al Consiglio comunale.

Personale

Con deliberazione sindacale n. 16 del 14.04.2014 è stata rideterminata la dotazione organica per l'anno 2014 e programmato il fabbisogno di personale

per il triennio 2014 - 2016, prevedendo nell'anno 2014 la copertura di n.1 posto di collaboratore amministrativo - cat- B3 - mediante passaggio diretto tra

pubbliche amministrazioni. Con deliberazione sindacale n. 17 del 23.04.2014 è stato deciso di ricoprire il posto di collaboratore amministrativo - cat. B3

mediante riassobimento di una dipendente proveniente dalla Comunità Montana Montagna Sangro Vastese di Quadri.

All’inizio del mandato risultavano alle dipendenze dell’Ente:

- nr.01 dipendente a tempo indeterminato

Alla fine del mandato:

- nr.01 dipendenti a tempo indeterminato-

Si precisa che non è stato istituito il fondo per la contrattazione decentrata.

Lavori pubblici: quantità investimenti programmati e impegnati a fine del periodo ,elenco delle principali opere:

Programma

Lavori appaltati

Importo euro

Stato

Manutenzione straordinaria impianti sportivi

Anno 2013

Manutenzione straordinaria impianti sportivi di Rosello e frazione Giuliopoli

12.100,00

Ultimato

Manutenzione straordinaria strade comunali Anno 2013

Manutenzione straordinaria strade comunali interne di Rosello e frazione Giuliopoli

38.720,00

Ultimato

Manutenzione straordinaria pubblica illuminazione Anno 2013

Manutenzione straordinaria pubblica illuminazione di Rosello e frazione Giuliopoli

10.769,00

Ultimato

PSR 2007/2013 Mis. 3.1.3 Anno 2015

Incentivazioni attività turistiche unità ricettive – Casa Pastore di Rosello

262.840,40

Ultimato

Manutenzione straordinaria strade interne Anno 2016

Manutenzione straordinaria strade interne di Rosello e frazione Giuliopoli

40.000,00

Ultimato

 

 

 

 

Edilizia privata/urbanistica

ANNO

2012

2013

2014

2015

2016

Nr. permessi a costruire

7

3

-

-

2

Nr. Scia / Dia

4

2

5

14

21

Istruzione pubblica

Si è provveduto al trasporto gratuito degli studenti presso il Comune di Villa S. Maria con automezzo comunale. E’ stato acquistato nell’anno 2015 n. 1 minibus adibito al servizio di trasporto scolastico e sociale.

Ciclo dei rifiuti

Per l'anno 2012 il sistema di raccolta dei rifiuti è stato quello stradale.

Dall'anno 2013 si è passati al sistema della raccolta " porta a porta "che ha visto un notevole incremento della raccolta differenziata.

Sociale

L’Amministrazione comunale, a fronte dei consistenti tagli dei trasferimenti da parte della Regione sul settore del sociale, ha assicurato, d'intesa con l'Ente di

Ambito Sociale, la continuità dei servizi erogati. Sono stati garantiti i seguenti servizi: assistenza domiciliare, segretariato sociale ed attività ricreativa in favore degli anziani.

Turismo e cultura

Al fine di contribuire alla promozione della crescita culturale e dello sviluppo sociale della comunità sono state avviate delle forme di collaborazione con

Enti pubblici (Provincia, Regione ed Associazioni ) dando vita all’organizzazione e patrocinio di feste ed eventi culturali e sportivi. Nel settore riveste una importanza strategica la Riserva Naturale Regionale “ Abetina di Rosello “. Negli ultimi anni sono stati effettuati notevoli investimenti nel settore delle infrastrutture ( Bungalow, Museo dell’Abete Bianco, Casa del Pastore, ecc. ) al fine di migliorare la capacità della Riserva Naturale di accogliere i visitatori e migliorarne la fruibilità.

PARTE III - SITUAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA DELL'ENTE

3.1 Sintesi dei dati finanziari a consuntivo del bilancio dell'ente:

ENTRATE 

(IN EURO) 

2012

2013

2014

2015

2016

Percentuale di incremento/decremento rispetto al primo anno

ENTRATE CORRENTI

592.502,71

516.706,81

593.002,59

581.523,84

498.841,11

-15,80 %

TITOLO 4 - ENTRATE DA ALIENAZIONE E TRASFERIMENTI DI CAPITALE

243.594,90

288.067,23

214.962,02

445.539,00

 

-100,00 %

TITOLO 5 - ENTRATE DERIVANTI DA ACCENSIONI DI PRESTITI

54.148,58

70.623,54

122.074,07

36.986,80

446.541,62

724,65 %

TOTALE

890.246,19

875.397,58

930.038,68

1.064.049,64

945.382,73

6,19 %

 

SPESE 

(IN EURO) 

2012

2013

2014

2015

2016

Percentuale di incremento/decremento rispetto al primo anno

TITOLO 1 - SPESE CORRENTI

550.605,04

540.226,62

557.308,46

531.318,89

476.535,21

-13,45 %

TITOLO 2 - SPESE IN CONTO CAPITALE

243.594,90

288.067,23

226.495,73

266.395,59

496.720,57

103,91 %

TITOLO 3- RIMBORSO DI PRESTITI

92.074,43

109.916,98

161.971,24

78.322,07

481.156,25

422,57 %

TOTALE

886.274,37

938.210,83

945.775,43

876.036,55

1.454.412,03

64,10 %

 

PARTITE DI GIRO

(IN EURO) 

2012

2013

2014

2015

2016

Percentuale di incremento/decremento rispetto al primo anno

TITOLO 6 - ENTRATE DA SERVIZI PER CONTO DI TERZI

57.191,09

109.304,11

42.144,26

294.712,04

551.998,79

865,18 %

TITOLO 4 - SPESE PER SERVIZI PER CONTO DI TERZI

57.191,09

109.304,11

42.144,26

294.712,04

550.096,42

861,85 %

Nel corso del quinquennio sono sempre stati accertati disavanzi di amministrazione, così come di seguito illustrato:

- Anno2012 – euro 59.780,12

- Anno 2013 – euro 123.102,44

- Anno 2014 – euro 128.567,05

- Anno 2015 – euro 121.848,91

- Anno 2016 – ( presunto ) – euro

Sistematicamente si è reso necessario il ricorso all’anticipazione di cassa concessa dal Tesoriere comunale al fine di fare fronte alla necessità di assicurare i pagamenti.

Al fine di assicurare la copertura del disavanzo è stata programmata la vendita di beni patrimoniali. Inoltre è stato dato avvio all’attività di recupero dell’evasione tributaria.

Per gli anni dal 2012 al 2015 l’Ente non è stato sottoposto al patto di stabilità interno. Dall’anno 2016 è stato introdotto il vincolo di finanza pubblica che il Comune ha rispettato.

Nel periodo considerato il Comune non ha contratto nuovi prestiti. Annualmente il debito complessivo si è ridotto con il pagamento delle rate di ammortamento dei mutui precedentemente assunti.

2012

2013

2014

2015

2016

Residuo debito finale

816.233,95

776.940,51

737.043,34

695.708,07

661.187,78

Popolazione residente

267

255

249

237

233

Rapporto fra debito residuo e popolazione residente

3.057,06

3046,83

2960,01

2935,48

2837,72

 

 

 

 

Rispetto del limite di indebitamento. Indicare la percentuale di indebitamento sulle entrate correnti di ciascun anno, ai sensi dell'art. 204 del TUOEL

2012

2013

2014

2015

2016

Incidenza percentuale attuale degli interessi passivi sulle entrate correnti (art. 204 del TUEL)

6,43 %

7,23%

6,680 %

7,480 %

6,380 %

Nel periodo considerato il Comune non ha riconosciuto debiti fuori bilancio – e né è stato sottoposto a procedimenti di esecuzione forzata.

Spesa per il personale –

Nel periodo considerato la spesa di personale si è ridotta a seguito del collocamento a riposo di n. 1 unità di personale avvenuto nell’anno 2014. Tale circostanza ha consentito di rispettare i vincoli sulla spesa definiti dalla legge. Al fine di assicurare il servizio di trasporto scolastico si è reso necessario fare ricorso all’assunzione di n. 1 unità di personale a tempo determinato e successivamente, scaduto il termine contrattuale, si è fatto ricorso al lavoro interinale.

PARTE IV - RILIEVI DEGLI ORGANISMI ESTERNI DI CONTROLLO

1 Rilievi della Corte dei Conti – Nel corso del periodo considerato, la Corte dei Conti, durante l’esame delle relazioni depositate dai Revisori dei Conti sui conti di bilancio, ha formulato numerosi rilievi ed osservazioni su alcuni aspetti della gestione e sul rispetto di alcuni vincoli di bilancio. Rilievi ai quali il Comune ha debitamente risposto con deliberazioni consiliari. Comunque da tali controlli non sono mai emerse gravi irregolarità contabili.

PARTE V - ORGANISMI CONTROLLATI E PARTECIPATI 

1 Organismi controllati – L’ente non esercita il controllo su Società od Enti terzi.

2. Organismi partecipati –

L’Ente possiede le seguenti partecipazioni:

-       ECO.LAN. SpA –

-       Anno costituzione: 1994

-       Settore attività prevalente: raccolta rifiuti

-       Quota comunale: 0,318979%

-       SAMNIUM srl –

-       Anno costituzione: 1999

-       Settore attività prevalente: pubbliche relazioni

-       Quota comunale: 1,76%

-       SANGROGEST srl –

-       Anno costituzione: 2002

-       Settore attività prevalente: reti distribuzione gas

-       Quota comunale:18%

******************

 

Rosello,lì 27/03/2017

F.TO IL SINDACO – FEDERICO MOCCIA

CERTIFICAZIONE DELL'ORGANO DI REVISIONE CONTABILE

Ai sensi degli articoli 239 e 240 del TUOEL, si attesta che i dati presenti nella relazione di fine mandato sono veritieri e corrispondono ai dati economico - finanziari presenti nei documenti contabili e di programmazione finanziaria dell'ente.

I dati che vengono esposti secondo lo schema già previsto dalle certificazioni al rendiconto di bilancio ex articolo 161 del TUOEL o dai questionari compilati ai sensi dell'articolo 1, comma 166 e seguenti delle legge n. 266 del 2005 corrispondono ai dati contenuti nei citati documenti.

li ................................                                                                                                                                                                                    L'organo di revisione economico finanziario (1)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

_______________________________


 
elezioni comunali 11.06.2017. la nuova amministrazione
Lunedì 12 Giugno 2017 15:38
PDF Stampa E-mail

11.06.2017 - Le elezioni comunali hanno portato all'elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale

 

Sindaco - Alessio Monaco

Consiglieri - Monaco Angelomaria, Colaizzo Tullio, Masciotra Salvatore, Sabelli Massimiliano, Iarusso Lucio, D'Arcangelo Arturo, Teutonico Giorgio Mario, Palmieri Gianluca, Colaizzo Andrea, Palmieri Armando

 

 


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 6