Comune di Rosello

IL TERRITORIO

Il fantastico catalogo sul territorio racchiude tutti i monumenti, le aree verdi ed ogni informazione degna di nota sul nostro territorio.

 

IL COMUNE

Nell'area del Comune di Rosello troverai informazioni circa amministrazione, statuti, atti, delibere, modulistica, bandi e concorsi.

LE NOTIZIE

Il Comune di Rosello informa i suoi cittadini attraverso la sezione notizie. Scopri ciò che accade nel tuo territorio.

Martedì 21 Settembre 2010 13:42

Santuario Maria Santissima delle Grazie

Scritto da  Comune di Rosello
Valuta questo articolo
(2 voti)

Altre Informazioni

  • Comune e Provincia:


    Rosello (CH)

  • Tipologia:


    Impianto ad aula unica rettangolare.

  • Ubicazione:


    La chiesa è situata in contrada Macchie, ad un chilometro circa dalla strada Rosello-Borrello, accanto al cimitero.

  • Utilizzo:


    Luogo di culto.

  • Epoca ed eventuali restauri:


    La chiesa comprende due edifici affiancati, di cui quello più antico è rappresentato dalla costruzione di destra, risalente ai primi anni del XVIII secolo. L’unico elemento superstite è la facciata in quanto l’interno è stato totalmente trasformato. La chiesa di sinistra, invece, è opera degli anni Sessanta del Novecento.

  • Stato di conservazione:


    La parte nuova della chiesa è in ottimo stato di conservazione. L’edificio più antico conserva il paramento in pietra dei fronti in buono stato, mentre il portale presenta alcune lacune localizzate; l’interno è stato completamente trasformato.

  • Descrizione dell’edificio:


    Il complesso monumentale di Maria SS delle Grazie sorge isolato nella campagna su un poggio, con vista sull’antico centro abitato. L’edificio è composto di due costruzioni accostate. Quella di destra, più piccola, corrisponde alla parte più antica della fabbrica; doveva trattarsi di una chiesa ad aula coperta con superfici voltate. Sulla facciata sono evidenti i vari volumi affiancati, poiché la parte centrale, coincidente con l’edificio più recente, mostra una leggera diastasi sulla muratura a suo favore; la ali laterali, l’antica chiesa a destra e il basso campanile a sinistra presentano, inoltre, un’altezza inferiore rispetto al corpo centrale. Sulla facciata antica, dal coronamento orizzontale, si aprono un portale centrale e due finestre laterali, riconducibili alle tipiche “fenestrelle divozione” delle chiese rurali. Le aperture presentano elementi tipicamente settecenteschi nella geometria complessa delle cornici delle finestre e nelle decorazioni in pietra scolpita sulla cornice orizzontale del portale, dove due volute modanate inquadrano uno scudo dal profilo curvo. La cortina muraria a vista mostra l’utilizzo di sola pietra appena sbozzata con apparecchiatura irregolare a filari resi sub-orizzontali grazie a zeppe lapidee. La facciata della nuova costruzione riflette pienamente la tecnica costruttiva dell’edificio più antico, impreziosita da elementi in stucco quali il portale, le nicchie laterali, l’oculo e il cornicione di coronamento, dal profilo concavo lateralmente e retto superiormente. L’interno ad aula presenta superfici interamente intonacate e biancheggiate con una copertura piana decorata da cornici e stucchi dorati. Nella parete di fondo si conserva la tela raffigurante la Madonna della Grazie, di attribuzione ignota, ma secondo alcuni riferibile alla scuola napoletana del XVII sec.

  • Bibliografia:


    AA.VV., Chieti e la sua provincia, Chieti 1990. 

    AA.VV., Val di Sangro tra natura e cultura, Pescara s.d.

Ultima modifica Lunedì 15 Agosto 2016 08:57
Continua in questa categoria: Chiesa di San Nicola »