Comune di Rosello

IL TERRITORIO

Il fantastico catalogo sul territorio racchiude tutti i monumenti, le aree verdi ed ogni informazione degna di nota sul nostro territorio.

 

IL COMUNE

Nell'area del Comune di Rosello troverai informazioni circa amministrazione, statuti, atti, delibere, modulistica, bandi e concorsi.

LE NOTIZIE

Il Comune di Rosello informa i suoi cittadini attraverso la sezione notizie. Scopri ciò che accade nel tuo territorio.

Martedì 21 Settembre 2010 14:35

Palazzo Caracciolo-Fornari

Scritto da  Comune di Rosello
Valuta questo articolo
(0 voti)

Altre Informazioni

  • Comune e Provincia:


    Rosello (Ch)

  • Tipologia:


    Palazzo a corte di due piani.

  • Ubicazione:
  • Utilizzo:


    Abitazione e uffici.

  • Epoca ed eventuali restauri:


    Secondo alcune fonti documentarie il paese di Rosello nel XVIII secolo fu dominato dalla famiglia Caracciolo dei principi della Villa. Con molta probabilità a questo periodo risale la costruzione del palazzo, ipotesi che troverebbe conferma dall’analisi stilistica di alcuni elementi architettonici quali portale e balconi.

  • Stato di conservazione:


    L’edificio è attualmente interessato da lavori di restauro che non interessano però la parte strutturale. Con buona probabilità la cortina muraria di pietra del primo livello, ad apparecchiatura irregolare, verrà intonacata ad imitazione del piano superiore. In epoca recente, molti infissi originari sono stati sostituiti con serramenti in metallo e alluminio di disturbo alla vetustà della fabbrica.

  • Descrizione dell’edificio:


    L’edificio, a pianta pressoché quadrata, ha due lati liberi di cui uno rivolto alla piazza. Il fronte principale, simmetrico rispetto all’asse centrale, è diviso orizzontalmente in due settori da una cornice marcapiano che si pone all’altezza del parapetto della finestre. Dei cinque portali al piano terra, i quattro laterali presentano semplici stipiti e architravi in pietra; quello centrale, con piedritti e archivolto in pietra, è sormontato al piano superiore da un balcone poggiante su mensole. La cortina muraria, in pietra appena sbozzata e ciottoli spaccati ad apparecchiatura irregolare, è visibile al solo livello inferiore, mentre quello superiore è intonacato per intero. mostra un’attenta tecnica costruttiva. Sopra ciascuna apertura del piano terreno è presente un arco di scarico a sesto ribassato. Le aperture del piano superiore, che ripetono il passo delle inferiori, sono realizzate con stipiti e architrave in pietra e delimitate superiormente da una cornice aggettante. Il coronamento dell’edificio è realizzato con un triplice ordine di romanelle annegate nella muratura

  • Bibliografia:


    Aa.Vv., Chieti e la sua provincia, Chieti 1990

    Aa.Vv., Val di Sangro tra natura e cultura, Pescara s.d.

Ultima modifica Lunedì 15 Agosto 2016 08:57